Fave e cicorie ricetta pugliese per eccellenza

Oggi per pranzo Fave e cicorie ricetta pugliese per eccellenza . Molti di voi sanno che sono pugliese e nella nostra regione così tanto caratteristica per il connubio perfetto di profumi, colori e sapori, rientra questo piatto della tradizione, semplice e buono dal sapore tipicamente contadino. Questa è una delle ricette che io definisco del cuore, una di quelle ricette che ogni volta che realizzo mi fa tornare indietro nel tempo regalandomi forti emozioni e che portano come “sottotitolo” – ricetta della nonna.
Ebbene si, un po’ come accade per la torta di mele e per tutte le ricette tipicamente pugliesi, anche per questa faccio riferimento a loro, le mie adorate nonne.
Una nonna nata e cresciuta a Minervino Murge e l’altra della Bari vecchia, ognuna con le proprie abitudini di preparazione, ma entrambe con l’ unico e stesso ingrediente che particolarizzava la ricetta e che al tempo stesso le legava, ovvero l’amore per la buona “Cucina” ed il piacere stesso di poterla condividere con chi amavano.
Nonostante abbia perso entrambe alla tenera età di 11 anno, le ricordo perfettamente in cucina e quando preparavano questa pietanza, credetemi era una vera poesia, un rito; Iniziavano dal controllo certosino delle fave e selezionandole le poggiavano su un canovaccio bianco che profumava sempre di bucato bianco appena steso al sole, dopo lo scarto, le prendevano e le mettevano in acqua e lì restavano fino al giorno dopo, momento in cui avrebbero provveduto alla cottura.
Un coccio di terracotta un cucchiaio in legno e tanta pazienza, c’era quindi tutto per procedere alla cottura lenta e pazienze che avrebbe poi ridotto in purea quelle fave e che avrebbero servito con un piatto di cicorie, legate al del pane rigorosamente fatto in casa.
Tutto ciò rendeva gioiosa la tavola ..semplicità, amore, famiglia e poesia del mangiare e bere.

 

Fave e cicorie ricetta pugliese per eccellenza

Fave e cicorie ricetta pugliese per eccellenza

Ingredienti:

500 g di fave secche
1 kg di  cicoria selvatica
Olio d’oliva extra-vergine
Sale (q.b.)

Preparazione:
Mondiamo le fave  e le mettiamo in un colino così da passarle velocemente sotto il getto di acqua.
Mettiamole a bagno in abbondante acqua tiepida per tutta la notte.
Trascorso questo tempo, le scoliamo e le mettiamo in una casseruola, possibilmente di terracotta e  copriamo con acqua fredda.
Mettiamo sul fuoco e non appena si alza il bollore, saliamo e abbassiamo la fiamma facendo cucinare ancora per un oretta o poco più, senza mescolare.
A questo punto laviamo la cicoria, sotto l’acqua corrente e la lessiamo in abbondante acqua salata in ebollizione.
La scoliamo appena cotta e la teniamo da parte.
Quando le fave sono pronte, aggiungiamo un pò di olio e le lavoriamo energicamente con un cucchiaio di legno oppure le frulliamo con il minipimer (è quello che ho fatto io), in modo da trasformarle in una purea che dovrà essere non troppo densa.
Se sarà necessario, la rimettiamo per qualche minuto sul fuoco, mescolandola continuamente.
Serviamo con un filo di olio  e pane fresco.

ISCRIVITI AL MIO CANALE YOU TUBE – CLICCA QUI

Fave e cicorie ricetta pugliese per eccellenza

Valutazione della Ricetta

  • (5 /5)
  • (1 Voti)

Potrebbero interessarti anche

  • Porzioni : 4/6
  • Cottura : 30 Min
Sformato di zucchine al forno con ricotta e pomodorini
  • Porzioni : 4
  • Cottura : 40 Min
Zucchine tonde ripiene con miglio e pomodorini gialli
  • Porzioni : 3
Insalata di carciofi con burrata pugliese arancia e semi di lino
  • Porzioni : 4
  • Cottura : 30 Min