Sapone di lavanda fatto in casa

Il sapone di lavanda è facile da realizzare ma soprattutto è ideale come regalo ad amici e parenti. Il mio consiglio è quello di utilizzarlo sia per l’igiene personale e sia nel proprio armadio o nel proprio guardaroba. Gli ingredienti per la preparazione sono pochi e facili da reperire. Vi innamorerete del sapone di lavanda per la sua fragranza!

Vediamo cosa ci serve:

– Sapone a base di latte di capra; (in alternativa del semplice sapone neutro a scaglie)
– Olio essenziale di lavanda;
– Fiori e foglie di lavanda essiccati;
– Sapone colorante (facoltativo);
– Uno o più stampi (dipende dalla quantità che vorrete realizzare);
– Due casseruole per la cottura in bagno maria, una più grande e una più piccola.

Nota bene: nel caso in cui il sapone non dovesse essere utilizzato immediatamente vi consiglio di aggiungere un conservante di tipo naturale. L’olio e le vitamine sono gli elementi naturali ideali per preservare il sapone di lavanda.

1 Tagliate il sapone a dadini e utilizzate il metodo a bagno maria con la classica casseruola più piccola in quella grande con un pelo d’acqua.

2 Fate sciogliere il sapone a fuoco lento.

3 Mentre aggiungete un filo d’acqua per evitare che si perdano le proprietà del sapone, preparate lo stampo. Vi consiglio i classici stampi per i biscotti se volete delle saponette più piccole. Alla vostra libertà e fantasia spetta dare forma al sapone. Appena sarà diventato liquido aggiungete qualche goccia di estratto di lavanda, il colorante (se volete) e la lavanda essiccata. Mescolate bene perchè la lavanda tende a rimanere a “galla” nel composto.

4 Versate il sapone negli stampi e lasciate indurire per almeno un’ora. Premete con forza per toglierlo.

Ecco pronte le vostre saponette alla lavanda!

Se preferite colorare il sapone non utilizzando coloranti classici vi suggerisco gli oli essenziali, facili da reperire nella vostra erboristeria di fiducia o in un semplice negozio di prodotti per l’igiene.

Nessun commento

Lascia un commento

*